Monthly archive agosto 2011

Da Donatella a Giorgia

Importante lettera di Donatella, fedele commentatrice e sincera amica delle donne, a Giorgia di Vitadastreghe. Da una donna adulta ad una giovane donna. Io vi chiedo per favore di leggerla bene, è una lunga lettera, prendetevi il tempo necessario, ne vale la pena. Questo scritto traccia un nuovo inzio, ce lo ricorderemo anche tra molto tempo.

“…questa volta vengo e resto qui da te per dare conto della stima che nutro profondamente verso di te e verso il tuo lavoro, perché è giusto che noi più adulte, oltre a confrontarci tra di noi, riconosciamo concretamente il vostro impegno e lo testimoniamo partecipando anche ai vostri spazi. Scrivo oggi da te anche per porti degli stimoli che potrai raccogliere se lo vorrai….” continuate a leggere qui

Continua a leggere...

Basterebbe uno spazio… anche a Milano

http://www.graffitiresearchlab.de/

Continua a leggere...
Come Francis e Sofia

Come Francis e Sofia

“Mozzarella, caciocavallo, soppressata, fagiolata, polipetti, maccheroncini al cacio ricotta con pomodoro e basilico, agnello, capretto, purè di fave con cicoria campestre..e ancora fiori di lampascioni fritti: il tutto innaffiato dall’ottimo vino della tenuta Coppola”. Sono stata recentemente a Bernalda ormai divenuto il paese della famiglia di Francis Ford Coppola. Ci sono passata in uno dei miei giri in Basilicata, terra di sorprendente fascino e con una città, Matera, che è uno dei luoghi più magici che abbia mai visitato (e dove a breve dovrebbe partire Nuovi Occhi per la Tv, il nostro corso di media education). E ho quindi letto con curiosità gli articoli sul matrimonio di Sofia Coppola con un componente dei Phoenix: cerimonia sobria, simpatica, felice, di quelle a cui si parteciperebbe volentieri. Pochi amici, abiti belli e semplici, atmosfera felice di persone educate e colte. Lui, Francis, il padre della sposa,   è uno dei più grandi registi esistenti oltre ad un ottimo imprenditore, lei una figlia d’arte che ha saputo emanciparsi velocemente da un padre grande e difficile. Una delle grandi famiglie di Hollywood dunque ha scelto di riunirsi, là dove i nonni di Francis erano nati, festeggiando nella casa natia degli avi, adeguatamente ristrutturata e abbellita. Chi ha frequentazioni d’oltreoceano, sa quanto le tradizioni, che da noi abbondano, esercitino un fascino enorme sui cittadini americani; d’altronde come negare il fascino di una cerimonia in una regione bellissima, circondati da sapori, quello qui sopra è  parte del menu nuziale, e profumi intensi, …

Continua a leggere...
2 settembre, Migliarino (PI)

2 settembre, Migliarino (PI)

Presso il circolo del PD dibattito con Lorella Zanardo. Teatro del Popolo, ore 21.15.

Continua a leggere...
Cabaret Desire

Cabaret Desire

Esce Cabaret Desire della porno regista Erika Lust. Chissà se riuscirà a dirci qualcosa di veramente nuovo sulla nostra sessualità e sul nostro godere o anche in questo caso dovremo introiettare il presunto desiderio maschile per godere…

Continua a leggere...
Ma i maschi oggetto a noi non piacciono

Ma i maschi oggetto a noi non piacciono

Questa intervista a Lorella Zanardo è uscita su Lettera 43:

L’UOMO OGGETTO DEI MASCHI Uomini in mutande, a gambe aperte, con i capelli ingelatinati e i muscoli ben oleati. Sciupafemmine dallo sguardo ammaliante che hanno introiettato il modello di uomo tosto e figo. No, non è il paradiso. E neppure la realtà. È pura fiction, quella che ogni giorno è sotto gli occhi di tutti in formato fotografico e televisivo. Basta sfogliare un giornale per vedere che non esistono solo le donne oggetto. E così, dopo Il corpo delle donne, il documentario di Lorella Zanardo che nel 2009 fece scalpore per aver raccontato la strumentalizzazione del corpo femminile, c’è già chi parla del corpo degli uomini. Maschi sempre più sviliti e mercificati da tivù e pubblicità, costretti a depilarsi i pettorali per attirare l’attenzione delle donne, a trascorrere ore e ore in palestra per smaltire la pancetta e vedersi rimpiazzati da manichini belli e scemi che assecondano tutti i desideri femminili. Ma è davvero così? Per la scrittrice e autrice Zanardo non è altro che una boutade. Una provocazione «che suona un po’ come una presa in giro, come se il sottotesto fosse: avete visto, voi femministe che vi ribellate, che anche il nostro corpo è mercificato?». Esclusa qualsiasi i rivalità di genere e aldilà dei toni più o meno sarcastici, il problema è però innegabile: «Quello che sta accadendo anche al corpo degli uomini è gravissimo e noi non siamo assolutamente contente», ha detto Zanardo. …

Continua a leggere...
A 20 anni da "Thelma e Louise"

A 20 anni da “Thelma e Louise”

Questo articolo su La Stampa ricorda l’uscita del film due decenni fa, con una domanda a Lorella Zanardo.

Continua a leggere...