Monthly archive ottobre 2010

Le Ragazze Italiane

Si siedono vicine, arrivano a gruppi. Mai in prima fila, spesso distanti dal palco. Commentano sottovoce all’amica seduta accanto. Alcune prendono appunti, altre sorridono ad una mia battuta. Alla fine attendono timide di avvicinarsi, chiedono la firma sul libro, un consiglio per la tesina; mi allungano un bigliettino, mi consegnono la tesi. C’è  una costante nei dibattiti di presentazione del documentario e del libro in giro per l’Italia, da nord a sud: sono le tante giovanissime che arrivano ad ascoltare e talvolta, a commentare.

Ogni tanto, durante la presentazione, intercetto uno sguardo: non smetto di parlare e intanto sorrido a quello sguardo: è a lei che sto parlando.

Una 17enne a Firenze mi invita timida e piena di attesa al suo liceo, una poco più grande mi dice che mi aspetta alla sua associazione, altre due a Trento mi dicono sorridendo: “Noi la seguiamo sempre!”

E’ l’una di notte, torno ora da Bolzano, ieri ero a Trento, 2 giorni fa a Firenze, a Roma, a Piombino…sono stanca. Domani la sveglia è alle 6,45 come sempre.  Se non fosse per voi, meravigliose  belle gioiose,  partecipi, attente, forti ragazzine italiane, io questo progetto non lo porterei avanti. Che la maggior parte degli adulti non se lo merita. Non se lo meritano un progetto così bello, onesto e guadagnato sul campo, i tanti cinici e scettici che infestano l ’Italia. Quelli che smontano i progetti belli perchè nella vita non credono più.  Quelli che mi ingabbiano senza sosta: e  se vado da Vendola vuol dire che..e se …

Continua a leggere...

Storie In & Out

Si chiama STORIE IN & OUT ed è un docu sulle donne straniere in Italia, dalla durata di 28 minuti che Aurora de Simoni ha girato con l’aiuto del comune di Ravenna.

L’intento è stato quello di entrare nella quotidianità delle donne straniere per parlare d’integrazione attraverso le loro scelte di vita. Ne è venuto fuori un racconto collettivo al femminile, il cui titolo, è da intendere come il contrasto tra lo spazio intimo-privato e lo spazio pubblico-sociale Il lavoro completamente volontario, è stato spinto solo dalla voglia di far conoscere il volto di donne tanto diverse tra loro, accomunate però dall’esser messaggio d’emancipazione e cambiamento.

Questo il link alle video interviste.

Continua a leggere...

Un altro mondo è possibile?

Sabato sono stata a vedere cosa accadeva al convegno di Sinistra Ecologia e Libertà a Firenze. Molta energia, bel clima di partecipazione. Nichi Vendola mi ha chiesto di raccontare brevemente del ns progetto, non avevo preparato un discorso, ho raccontato semplicemente  di noi.

Ecco il video.…

Continua a leggere...

26 ottobre, Trento: documentario e dibattito pubblico

COMMISSIONE  PROVINCIALE  PARI  OPPORTUNITÀ  TRA  UOMO  E  DONNA

in collaborazione con

ASSESSORATO  ALL’ISTRUZIONE  E  SPORT

AZIENDA  PROVICIALE  PER  I SERVIZI SANITARI

é lieta di invitarLa all’iniziativa

L’IMMAGINE DELLA DONNA ATTRAVERSO I MEDIA

Il seminario è rivolto ai/alle Dirigenti scolastici, Referenti d’istituto, Docenti ed Operatori della formazione. L’obiettivo è quello di offrire a chi si rivolge direttamente a ragazzi e ragazze alcuni strumenti per avviare una riflessione critica sui modelli mediatici di femminilità e maschilità veicolati dalla TV con particolare riferimento alle donne e ai loro corpi, stimolando una lettura critica e consapevole dei modelli sociali prevalenti in modo da accompagnare ragazzi e ragazze, attraverso laboratori e/o progetti formativi, nel percorso della scoperta di sé e nella costruzione della propria identità il più possibile libera da stereotipi di genere e quindi rispettosi dei desideri e delle risorse individuali.

Programma:

  • Presentazione del video “Il corpo delle donne” di Lorella Zanardo e Marco Malfi Chindemi;
  • Visione del video;
  • Intervento di Lorella Zanardo su:

1)  Utilizzo manipolatorio del corpo delle donne;

2)  Uno sguardo critico rivolto a chi guarda la TV: essere spettatori liberi di scegliere ed essere in grado di riconoscere ciò che ci viene proposto;

3)  Immagini e sguardi al femminile: stereotipi e nuovi modelli di riferimento;

  • Intervento di Irene Biemmi – Pedagogista Università di Firenze – sugli effetti che la TV esercita su ragazzi/ragazzi inquadrando la tematica in un’ottica di genere;
  • Intervento della dott.ssa Vanda Bombardelli (psicoterapeuta – 1° Unità operativa di Psicologia Azienda Sanitaria) sui risvolti psicologici che i modelli
Continua a leggere...

22 ottobre, Firenze: libro e documentario

Libere Tutte presenta il libro e il documentario alla Casa del Popolo di S. Bartolo a Cintoia alle ore 21. Con Lorella Zanardo e il Coordinamento Donne della CGIL di Firenze. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere...

Un Altro Genere di Comunicazione

Bellissimo e utilissimo blog che noi consultiamo spesso. In particolare ci è piaciuta assai la rassegna delle pubblcità estere, belle e piene di ironia: lì i creativi si guadagnano i loro soldi senza umiliare nessuno. Guardate.

Alcuni spot sono esilaranti: è notte, sono stanca ma sto ancoraqui che rido! Che meraviglia! Sesso e anziani, amore liberissimo! Tutto giocato con leggerezza, sembra Marte per noi!…

Continua a leggere...

Roma, 22 ottobre: convegno Donne e Polis

GIO Osservatorio Interuniversitario sugli Studi di Genere

in collaborazione con

Dipartimento di Lingue e Letterature Anglogermaniche e Slave, Università di Padova

X

Convegno internazionale

Donne e Polis: Charlotte Perkins Gilman oggi

a 150 dalla nascita

Aula Volpi

Facoltà di Scienze della Formazione

Università Roma Tre

Roma, via Milazzo 11/B

Roma, 22-23 ottobre 2010

Con un ‘intervento di Lorella Zanardo nel programma mattutino: Gilman e il corpo delle donne. Alle ore 12.

Si ringrazia per il sostegno:

Commissione delle elette del Comune di Roma

Schlesinger Library, Harvard University, Boston, USA

MWWC, University of New England, USA

Dipartimento di Studi Americani, Università di Roma Tre

Organizzatrici del convegno:

M. Cristina Giorcelli

Laura Moschini

Anna Scacchi

L’opera di Charlotte Perkins Gilman (1860-1935), intellettuale e scrittrice statunitense di cui quest’anno ricorre il centocinquantenario della nascita, ha suscitato un profondo interesse negli Stati Uniti e anche in Europa per l’acutezza dell’analisi della disuguaglianza di genere e delle sue conseguenze socioculturali ed economiche. Il suo racconto più noto, La carta da parati gialla, è ormai parte del canone letterario americano ed è uno dei testi più insegnati nei corsi universitari di letteratura americana. Una delle prime esponenti della Sociologia americana, i suoi studi e le esperienze di vita la convinsero che solo l’indipendenza economica potesse consentire la vera libertà delle donne e che l’origine dei ruoli sessuali fosse economica. In Women and Economics (1898), il suo saggio più famoso, contribuì a ridefinire il concetto di femminilità e di istituzioni considerate sacre ed immodificabili come la casa …

Continua a leggere...