Monthly archive marzo 2014

Lettera alle Parlamentari: LOTTA DURA SENZA ALCUNA PAURA

 

Chi siede alla Camera, da noi eletto ed eletta, in questo momento tenga a mente che è lì a rappresentare non solo adulti e adulte forti, ma in particolare le fasce deboli della popolazione, i ragazzi, le ragazze, i bambini le anziane tra gli altri:  coloro che non hanno spesso parole per dire il loro talvolta insopportabile disagio.

Ci ricorda Giuseppe De Rita, direttore del Censis, che le donne dopo i 50 anni,se non dispongono di un alto reddito, cosa comune nel nostro Paese, vanno spesso incontro ad una vita faticosissima fatta di cura dei nipoti, cura degli anziani, cura dei malati fino ad arrivare ad un vero e proprio burn out, sindrome di esaurimento fisico ed emotivo, che le annienta. Chi ha provato a doversi occupare di un malato di Alzheimer o di demenza, sa cosa intendo. Nelle  fasce deboli rientrano anche le bambine, le ragazzine in questi anni preda di giornali e televisioni voyeur che indagano senza pietà né comprensione sulle loro abitudini sessuali, come nel caso delle baby prostitute,  per nutrire la curiosità malata di adulti annoiati, senza tenere conto della loro giovanissima età e del loro bisogno di essere protette nel rispetto del patto intergenerazionale.

Ci sono poi le donne che devono abortire, esperienza devastante,  che non trovano uno straccio di dottore disposto a rispettare la legge 194, aggiungendo così disagio all’immenso dolore.

Ci sono le ragazzine e i ragazzini che lasciano la scuola troppo presto, avendo noi italiani uno …

Continua a leggere...
16 marzo, Mirandola (MO): Donne, Media e Consapevolezza

16 marzo, Mirandola (MO): Donne, Media e Consapevolezza

Continua a leggere...
13 marzo, Como: Giornata della Donna

13 marzo, Como: Giornata della Donna

Villa Olmo, ore 20.30

L’incontro si inserisce in un percorso che il Comune di Como ha avviato con l’adesione alla campagna Città libere dalla pubblicità offensiva promossa dall’Udi, Unione donne italiane. La campagna prende impulso dal Parlamento europeo che, tramite la risoluzione n. 2038 del 3 settembre 2008, ha evidenziato come la pubblicità contribuisca ad alimentare e a consolidare gli stereotipi di genere, determinando un impatto negativo sulla parità tra i sessi e come la percezione del corpo femminile in quanto oggetto da “possedere” possa incentivare i comportamenti violenti.

Per attivare un vero cambiamento culturale è necessario innalzare il livello di consapevolezza – anche e soprattutto dei più giovani – perchè le immagini pubblicitarie e televisive di cui siamo fruitori passivi, spesso apertamente lesive della dignità femminile, contribuiscono a rafforzare ruoli di genere stereotipati e limitanti.

La serata è aperta a chiunque fosse interessato ad approfondire questi temi, ma è particolarmente utile per genitori, docenti, formatori, educatori e tutti coloro che quotidianamente si confrontano con l’universo giovanile.

 …

Continua a leggere...

Piene di Grazia- Il Sesso per le Ragazzine ( lasciamole in pace)

Il Fatto Quotidiano ha pubblicato giorni fa un articolo dal titolo “acchiappa lettori”Sesso a 14 anni, le adolescenti raccontano: se non ti fai sverginare, sei una sfigata L’articolo è duro da leggere, le frasi riportate sono pesanti, come ad esempio  “Il primo anno di liceo comincia la conta: entro 12 mesi bisogna ‘darla via’ altrimenti vieni emarginata”. E i maschi? “Non ci pressano perché non ce n’è bisogno”. Nessuna cura della contraccezione: “Il lunedì in classe c’è il panico: non ci si ricorda se il sabato, ubriache o fumate in discoteca, si è usato o meno il preservativo”. Ne emerge un quadro apparentemente desolante, ragazzine che hanno un rapporto usa e getta con il sesso, dove non pare esserci spazio per il sentimento, ma nemmeno per un vero e sano godimento. Tutto, nell’articolo, è all’insegna del- pare- consumismo più bieco. Le reazioni sono state molte, tanto che il giornale ha proposto oggi un’altra puntata del reportage. Di parere diverso il blog SOFTREVOLUTION che scrive un duro articolo di risposta alla giornalista Borromeo”Beatrice Borromeo dovrebbe chiedere scusa a chiunque sia un’adolescente  nel 2014” L’autrice del post scrive che:”Beatrice Borromeo ha compiuto un gesto disgustoso, reso ancor più grave dal fatto ch’ella non è un uomo di mezza età, bensì una giovane donna.Beatrice Borromeo ha scritto un articolo sensazionalistico sulla sessualità di chi è ragazza adolescente nel 2014. L’ha fatto usando toni assimilabili al peggior tipo di slut shaming. Ha costruito il suo pezzo assemblando

Continua a leggere...
Un Incontro Emozionante

Un Incontro Emozionante

UN INCONTRO EMOZIONANTE Ieri, al convegno Rai “Donna è…” organizzato da Anna Maria Tarantola, al termine del programma mi si è avcvicinata una signora che si è presentata. Era LOREDANA ROTONDO. Io ero tra tantissime donne ma ciò nonostante mi sono commossa. Le ho chiesto: posso abbracciarti? E lei, accogliente e sorridente, ha risposto: “Tra femministe… certo!”. Loredana è la regista di PROCESSO PER STUPRO (trasmesso nel 1979 dalla Rai) che ha innalzato il livello di consapevolezza di una intera generazione sulla violenza contro le donne. Domani è la nostra giornata, quale occasione migliore per vedere o rivedere questo documento fondamentale. …

Continua a leggere...
13 marzo, Milano: "Senza chiedere il permesso" al Liceo Carducci

13 marzo, Milano: “Senza chiedere il permesso” al Liceo Carducci

Presentazione di “Senza chiedere il permesso” all’interno dell’autogestione del Liceo Carducci.…

Continua a leggere...
10 marzo, Milano: Quando il cambiamento è donna

10 marzo, Milano: Quando il cambiamento è donna

Continua a leggere...