Monthly archive luglio 2011
27 settembre, Padova: Premio Veritas a Lorella Zanardo

27 settembre, Padova: Premio Veritas a Lorella Zanardo

Sono onorata di questo premio, sinceramente. L’Italia delle cooperative sociali, rosse o bianche, è quella che sta resistendo con onore. Grazie.

Consegna del premio Veritas a Lorella Zanardo per il suo impegno a favore della dignità della donna e di un più intelligente utilizzo dell’immagine del corpo femminile. Cena di Gala per raccogliere fondi a sostegno dei servizi per le donne vittime di violenza.

Gruppo Polis riunisce 5 Cooperative Sociali padovane che operano da 25 anni a favore delle persone in difficoltà. Realizzano servizi educativi, riabilitativi, residenziali ed occupazionali, promuovono il collocamento lavorativo delle persone svantaggiate e sostengono la cultura dell’accoglienza, dell’inclusione e della solidarietà. A sostegno dei servizi per le donne vittime di violenza 27 settembre 2011 ore 20 Palazzo della Ragione – Padova entrata da Palazzo Moroni Con il contributo di Provincia di Padova Comune di Padova Da alcuni anni è attivo un servizio di accoglienza protetta e di accompagnamento sociolavorativo per donne vittime di violenza e di tratta.

Continua a leggere...
www.ted.com

www.ted.com

Sito di una figherrima conferenza che si tiene annualmente in giro per il mondo. I migliori speaker, le migliori affabulatrici, i meglio creativi, tutti insieme.

Sul sito www.ted.com rivedete il meglio.

Uno spettacolo godibilissimo.…

Continua a leggere...
Il Giurì Inglese

Il Giurì Inglese

In Inghilterra non scherzano. E non sono bigotti, anzi! In breve: L’Oreal pubblicizza un fondotinta con Julia Roberts come testimonial. Il Giurì su segnalazione di una parlamentare, trova la pubblicità fuorviante e falsa perchè la Roberts vi compare eccessivamente “bella” in modo irreale e, “insinua insicurezza alle giovani donne che guardano stimolandole a prendere come riferimento delle donne irreali”. L’Oreal si scusa, il Giurì fa ritirare la campagna. Vedete che si può. Senza essere bigotte. Senza che qualche responsabile dell’immagine di partiti della sinistra vi dia della racchia perchè chiedete rispetto. Si può. A Malpensa, mentre attendevo l’aereo, andava in onda su un monitor un filmatino del backstage di un calendario di una tizia che simulava orgasmini a tette al vento. Vicino a me una bimba di 9 anni, guardava. Avrei voluto urlare dalla rabbia.

Progetto autunnale: tolleranza ZERO.…

Continua a leggere...
The Girl Effect: quando la grafica cambia il mondo

The Girl Effect: quando la grafica cambia il mondo

Questo video incredibile, meraviglioso, ho pianto 10 minuti, mi è stato segnalato da Enrica, grafica e web designer che ci legge. Mi ha insegnato quanto la grafica possa muovere all’azione. Incredibile.…

Continua a leggere...
BUONA ESTATE

BUONA ESTATE

Kennst du das Land, wo die Zitronen blühn, Im dunklen Laub die Goldorangen glühn, Ein sanfter Wind vom blauen Himmel weht, Die Myrte still und hoch der Lorbeer steht, Kennst du es wohl? Dahin! Dahin Möcht ich mit dir, o mein Geliebter, ziehn!

Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni? Nel verde fogliame splendono arance d’oro Un vento lieve spira dal cielo azzurro Tranquillo è il mirto, sereno l’alloro Lo conosci tu bene? Laggiù, laggiù Vorrei con te, o mio amato, andare! J.W.Goethe

Resto fermamente dell’idea che non si può stare sempre immersi nel rancore, odio, bruttezza, mancanza di prospettive, sentimenti dentro i quali viviamo ormai qui da anni. Una delle repsonsabilità, o meglio colpa, che hanno i media oggi, è certamente non raccontare mai ciò che di buono c’è, che farebbe oggi  notizia più di qualsiasi nefandezza a cui siamo ormai assuefatti. Non si tratta di buonismo bensì capacità di progettare, di pensare che comunque sia, dobbiamo/vogliamo andare avanti, progredire. E per farlo ci vuole positività, sogno.

E dunque: Ero a Berlino fino ad ieri, una serie di incontri e una città intorno a me che brulicava di giovanissime/i: pareva Londra negli anni ’60, oltre a ciò un appartamento di 100mq costa 500euro al mese di affitto… Alessandra che si è lì trasferita aveva un’idea teatrale, ne ha ricavato un progetto che è stato finanziato dal Bund (regione) della città; i quartieri “hot” cambiano in continuazione perchè seguono l’onda delle gallerie d’arte che sorgono come funghi, in sintesi: …

Continua a leggere...

Non sono Uomo, Non sono Donna

La nostra lettrice Roberta sta promuovendo questo duo pugliese “Serpenti” e ci chiede di aiutarla diffondere il brano, poichè è in linea con il tema che qui si dibatte.

Ecco fatto. “Non sono uomo, non sono donna” dice l’interpete. Ed è quello che si respira/vede in giro per il mondo, torno ora da Berlino: confini tra i generi apparentemente più labili, meno marcati. Ricordo un concerto di Bjork una decina di anni fa dove nel pubblico era quasi impossibile riconoscere chi era maschio chi femmina. Io guardo e sono in ascolto. Difficile dire dove stiamo andando, difficile capire se si tratti di una epocale trasformazione o di un percorso di ricerca, un sondare altri territori per centrarsi meglio sul proprio. Mai come in questo periodo avevo  incontrato ragazze che si dichiarano lesbiche: è un nuovo ciclo dell’evoluzione?  E’ un’apertura dei sensi che ci arricchisce?

http://www.youtube.com/watch?v=bq8gYN0MEE0&feature=related

Continua a leggere...
Noi come la Corazzata Potemkin per i compagni del PD

Noi come la Corazzata Potemkin per i compagni del PD

Il Corpo delle Donne e la Corazzata Potemkin: entrambi fanno due p…e così ai compagni del PD. A noi qui il paragone gratifica, ma immagino non fosse inteso come un complimento, o no? Prima la gonnellina al vento per interpretare il vento che cambia, ora lo strip tease. E’ sempre più difficile distinguere il PDL dal PD, se guardiamo alle manifestazioni verbali e non solo dei due partiti. E chiedo ciò che ho chiesto all’On. Giovanna Melandri due settimane fa alla festa del PD delle donne: perchè le donne del PD stanno nel PD? Perchè non mandano i compagni a quel paese?…

Continua a leggere...