Monthly archive febbraio 2011

Gran Bretagna e Austria: la stampa estera parla di noi

Ecco due articoli usciti sulle pagine di The Guardian, quotidiano inglese, e su quelle di News, peridodico austriaco.

Ecco la traduzione dell’articolo apparso su NEWS, fatta dalla nostra lettrice Paola M., che ringraziamo tantissimo!!!

Il tettaculismo domina la tv italiana Docufilm sul “sistema-Berlusconi” Lorella Zanardo rivela la sconvolgente condizione delle donne Nell’intervista di News: l’avvelenamento della società - Ballano, sorridono, stanno zitte – e mostrano molta pelle nuda. Come Veline o Letterine, quindi showgirls o ragazze-lettera alfabetica, donne poco vestite sono onnipresenti nella TV italiana. Come tutto ciò sia stereotipico e sessista, e quanto abbia a che fare con la politica, lo dimostra il docufilm di Lorella Zanardo “Il corpo delle donne”. Poiché agisce come una rassegna di immmagini scioccanti, è anche un attacco al “sistema Berlusconi”, con la sua arma principale: il corpo.

News: Chi guarda il suo documentario ricava l’impressione che le showgirls vengano servite agli Italiani come la pasta: sempre e ovunque: E’ davvero cosi? Lorella Zanardo: Io stessa sono rimasta scioccata, dal momento che dopo anni all’estero sono tornata in Italia, e alla televisione, già a mezzogiorno, vedevo sgambettare ragazze mezzo nude.  Ragazze giovani, che si lasciano prendere e mettere in mostra, e che sono presentate come sciocchine. E il peggio è che: per una maggioranza, tutto questo è diventato da molto tempo naturale. News: Ma è un male, starsene a guardare ragazze giovani e belle in televisione? Lorella Zanardo: Non è questo. E’ che qui c’è un’umiliazione delle donne, …

Continua a leggere...

Italia, Europa?

Anni fa, quando lavoravo a Parigi e dirigevo un’ attività internazionale che comprendeva anche la gestione di importanti campagne pubblicitarie, fui una tra i primi repsonsabili di gestione di business e marketing a livello europeo. Esperienza interessantissima che mi insegnò parecchie cose tra cui di non cadere nell’errore di suddividere l’Europa in macroaree determinate dai confini nazionali quando si vogliono analizzare i gusti dei consumatori: ci sono più similitudini nelle abitudini di acquisto tra una donna milanese e una di Francoforte, che tra una parigina e una della Camargue.

Imparai anche che allargare i confini serve ad allargare le nostre potenzialità di azione: come ho scritto nel mio libro Il Corpo delle Donne, se c’è un modello di vita che mi piace e non lo trovo  all’interno del Paese dove vivo, cercherò di andare là dove più trovo somiglianze, o di importare que ldeterminato  modello da noi. Appresi anche però che la lingua è ancora un grande ostacolo, nonostante la Comunità Europea: se da un lato molte decisioni internazionali vengono ormai prese tenendo conto dell’entità “Europa”, è purtroppo ancora vero che le differenze lingustiche ci imprigionano in confini ristretti. E’ il caso della libertà di espressione nei media e della rappresntazione della donna nei media: chiunque abbia vissuto all’estero conosce la profonda arretratezza del nostro Paese in merito a qs temi: immaginate la differenza che farebbe per tutti noi se la lingua fosse unica in Europa o se padroneggiassimo le lingue straniere: potremmo guardare BBCWorld e conoscere la …

Continua a leggere...

Intervista a Lorella Zanardo sulla tv tedesca

Questo servizio, un approfondimento con Lorella Zanardo sulla attuale situazione italiana, è andato in onda venerdi 25 febbraio durante la trasmissione Aspekte della ZDF tedesca, una delle maggiori reti pubbliche tedesche. Ricorda il miglior TV7 (rubrica del TG1) che aveva la Rai anni fa. Io parlo tedesco ma non ho tempo di tradurre, qualcuno lo tradurrebbe così lo sottotitoliamo? Grazie.…

Continua a leggere...

2 marzo, Bruxelles (Belgio): al Parlamento Europeo

Proiezione al Parlamento Europeo, dalle 18.45. Segue il dibattito L’immagine della donna nei media europei: con Lorella Zanardo e Cesare Cantù e l’intervento delle eurodeputate Silvia Costa, Patrizia Toia, Britta Thomsen, Erminia Mazzoni, Antigoni Papadopoulou, modera Giuseppina Paterniti.

Continua a leggere...

Poichè Sono una Donna

Ringrazio la mia amica Giorgia perchè stasera riesco a dire solo attraverso le sue, ora anche mie, parole. Altro non ho da aggiungere.

Poiché sono donna, nessuno, più di me, conosce il silenzio del tempo che muta, le parole del conforto, il dolore dell’abbandono.

So della caducità della vita e dell’illusione dell’apparenza, ma intuisco più di altri l’eternita’ di un gesto compiuto nella bellezza.

Poiché sono donna, porto su di me il peso dei reietti, e di tutti coloro che in ogni epoca furono emarginati.

Sul mio viso si scorgono ancora le sofferenze delle donne che mi hanno preceduto. Nel mio grembo, la pienezza di tutte coloro che hanno procreato.

Poiché sono donna, so cos’è il dono. E ho imparato, nel tempo, a vivere nella sua dimensione.

Raramente sono stata ascoltata, più spesso osservata con brama, con sospetto, con disprezzo, con risoluta indifferenza.

La mia voce dice di voci mai considerate. La mia penna di menti che, per loro natura e per la propria diversità, non sono state comprese.

Poiché sono donna sogno, e sognando sperimento l’esistere di differenti creazioni.

Nella mia complessità nutro in silenzio il seme del caos da cui proveniamo e che non potrò mai, poiché sono una donna, fingere di non aver avvertito.

Giorgia Vezzoli

attacchidipoesia.blogspot.com

Continua a leggere...

26 febbraio, Folgaria (Trento): il ruolo delle donne nell’Italia di oggi

Al cinema teatro Paradiso, alle ore 21, incontro di Lorella Zanardo con il pubblico.

Continua a leggere...

Adolescenti

Video

Spoken: Don’t look at me

Every day is so wonderful And suddenly, i saw debris Now and then, I get insecure From all the pain, I’m so ashamed

I am beautiful no matter what they say Words can’t bring me down I am beautiful in every single way Yes, words can’t bring me down So don’t you bring me down today

To all your friends, you’re delirious So consumed in all your doom Trying hard to fill the emptiness The piece is gone left the puzzle undone That’s the way it is

You are beautiful no matter what they say Words can’t bring you down You are beautiful in every single way Yes, words can’t bring you down Don’t you bring me down today…

No matter what we do (no matter what we do) No matter what they say (no matter what they say) When the sun is shining through Then the clouds won’t stay

And everywhere we go (everywhere we go) The sun won’t always shine (sun won’t always shine) But tomorrow will find a way All the other times

’cause we are beautiful no matter what they say Yes, words won’t bring us down, oh no We are beautiful in every single way Yes, words can’t bring us down Don’t you bring me down today

Don’t you bring me down today Don’t you bring me down today

(inviata da Giorgio immagino per farmi sentire un po’ meno giù. Grazie)…

Continua a leggere...